LIMITE CONTANTI, SI TORNA A 3.000?

download

Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha dichiarato di voler riportare i limiti per l’uso dei contanti a livello europeo alzando la somma da 1.000 a 3.000 Euro. Giuseppe Aquilino, presidente di Federpreziosi Confcommercio, ha dichiarato: “Le dichiarazioni espresse dal premier lo scorso aprile ci erano apparse come un primo segnale di apertura in tema di limitazione e di propensione per un fisco meno oppressivo e più operativo. Abbiamo riscontrato un atteggiamento del governo particolarmente positivo e attento verso le problematiche legate al limite dell’uso dei contanti e alle procedure di tracciabilità dei pagamenti. Siamo disponibili a collaborare nelle forme che saranno ritenute più opportune alla definizione di una strategia che porti vantaggi all’economia nazionale”.

I DIAMANTI PIU’ FAMOSI

.cullinan1

 

Il famosissimo diamante ovale, il KOH-I-NOOR, fa parte del tesoro della regina di Inghilterra. Il peso di questa enorme pietra è di 108 carati, avrebbe il potere di donare fortuna e felicità a colei che lo indossa o lo possiede. Questa è solo l’ultima delle implicazioni sovrannaturali che hanno visto come protagonista questo diamante, inizialmente destinato a far governare su tutto il modo il suo possessore. Si hanno notizie del KHO-I-NOOR già nel 1304, quando il suo possessore era il Raja di Malwa. Nel 1730 lo scià di Persia, dopo aver sconfitto la dinastia di Moghul, prese il possesso della preziosissima pietra, così preziosa da consentire al suo proprietario di dominare il mondo intero. Il nome KOH-I-NOOR significa “montagna di luce”. Questo nome fu dato proprio dai persiani, prima che il diamante non entrò in possesso di nuovi governati del mondo: l’allora imperiale d’Inghilterra. Questa pietra, fu tagliata per accrescere la sua lucentezza.
IL CULLINAN: Il nome di questo diamante è spesso associato al suo peso. Con oltre 3106 carati, il Cullinan è ritenuta la pietra grezza più grande al mondo. Il suo nome deriva dal proprietario della miniera di diamanti dove nei primi del 900 fu ritrovato. Il peso si riferisce alla somma dei carati delle due pietre e delle decine di altre schegge, in cui la gemma originaria, su disposizione del sovrano inglese Edoardo VII, venne divisa. Il Cullian I e il Cullian fanno parte del tesoro della corona britannica