SAN VALENTINO E LE SUE LEGGENDE

San Valentino era un vescovo cristiano, martire, nato a Interamna Nahars (attuale Terni) nel 176 . Nel 270 d.C., l’imperatore Claudio II, cercò in ogni modo di farlo convertire al paganesimo; egli rifiutò e così venne imprigionato, lapidato e decapitato. La leggenda narra che durante la prigionia Valentino si fosse innamorato della figlia di un custode della prigione. La giovane donna era cieca e grazie alle preghiere del Vescovo, la fanciulla riacquistò miracolosamente la vista.  Prima dell’esecuzione egli scrisse un bigliettino alla sua amata firmato “dal Vostro Valentino”, una frase che tutt’oggi si usa nell’omonima festa.
Un’altra leggenda narra che Valentino era solito donare delle rose del suo giardino ai suoi visitatori. Tra due di questi giovani nacque un folle amore, talmente forte che molte altre coppie seguirono il loro esempio. Così facendo il Santo dedicò un giorno all’anno alla benedizione nuziale generale.  La città di Terni invoca San Valentino come patrono della città.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>